G.A.L.M. – Bilancio Consuntivo anno 2016

Bilancio GALM 2016


Relazione del Tesoriere

L’anno 2016 per il G.A.L.M. è stato un anno di sostanziale conferma dei risultati degli anni precedenti. Abbiamo chiuso i conti al 31/12/2016 con un saldo attivo di €102.676,33 per quanto riguarda il c/c bancario, di €18.004,07 per la polizza titoli, di € 6.482,10 rispetto al c/corrente postale, e un residuo di cassa di €171,74.

Come evidenziato dai numeri alle voci contributi da CSV- Regione e Contributi da altri Enti pubblici abbiamo avuto come previsto un azzeramento rispetto al 2015 infatti siamo passati da 660,00 € a 0,00€. La caduta si è fermata ed è arrivata alla fine dunque, ma la ripresa dei finanziamenti da parte degli enti pubblici è ancora in salita.

Si sono rivelate leggermente in calo le entrate per il finanziamento della nostra pubblicazione l’Informatore sia da parte dei lettori sia da parte delle ditte che si sono impegnate economicamente a sostenerlo. Il decremento è di circa 400,00 €.

Segnaliamo l’aumento del gettito del 5 per mille con un incremento rispetto al 2015 di ben 2.512,00 €. Ciò conferma le potenzialità di questo tipo di finanziamento. Si sottolinea inoltre che questo introito, visto l’azzeramento dei contributi da enti pubblici è rimasto l’unica fonte sicura di finanziamento della nostra associazione. È un fatto quindi che il lavoro fatto in questi anni per diffondere questo istituto da parte dei nostri soci e simpatizzanti presso conoscenti e sostenitori sta dando i propri frutti. Comunque, invito tutte le persone presenti a continuare l’opera di persuasione con i propri conoscenti. La possibilità di finanziare il G.A.L.M. attraverso questo istituto è fondamentale nell’ ottica di reperire risorse per le nostre attività. Ricordo che non costa nulla ai contribuenti, ma per noi è un gesto molto significativo.

Purtroppo sono azzerate le entrate per manifestazioni ludico-sociali legate per lo più alle nostre ricorrenze (festa di Pasqua e Natale, festa sociale) coprendo solamente i costi di esse, senza generare un ritorno economico per l’associazione. Ci fa piacere ricordare la partecipazione del gruppo anziani alle spese di gestione della nostra sede con 3.080,00 €.

Sempre riguardo alle entrate si conferma il valore della raccolta fondi per la ricerca che per l’anno appena trascorso ha raggiunto la cifra di 12.400,00 €, dovute in parte alla lotteria che si è conclusa il 15 Gennaio scorso con successo e sopratutto ai contributi destinati da terzi a questo scopo. Questo significa che anche per il 2016 si è raggiunto l’obiettivo della quota stabilita per il finanziamento all’Università degli Studi di Verona per il progetto di ricerca sulle cellule staminali.

Come si vede dai numeri in totale le entrate sono in progresso rispetto al 2015 con un incremento di circa 15.884,00 €, risultato in linea con quanto atteso nella previsione.

Passando alle spese, sono a segnalare che quelle di gestione ordinaria della sede sono praticamente azzerate stante tutte le migliorie fatte negli esercizi precedenti. Leggermente in calo, 500,00 € circa, le utenze (energia elettrica, gas, acqua, ecc.). Le spese concernenti il Servizio Consulenza Paraplegici sono in salita di circa 500,00 €. dovuti all’incremento delle spese di cancelleria di € 341,00 e al piccolo incremento dei rimborsi spese ai nostri volontari per € 170,00. Dati da valutare positivamente in quanto segnala il costante impegno nel tenere sotto controllo i costi della nostra associazione.

Sono cresciuti i costi per la stampa e la spedizione de “L’informatore” di circa €. 2.000,00 dovuto quasi esclusivamente al pagamento alle poste spa Nordest dell’alimentazione del libretto spedizioni dal quale vengono prelevati i costi della spedizione, costi in parte da attribuire all’esercizio 2015. Sono in aumento di circa 500 € i costi assicurativi per la revisione delle polizze in essere con aumento dei massimali e polizza kasko.

Sono stabili anche tutte le spese riguardanti l’organizzazione di eventi e nuove iniziative per promuovere la nostra associazione con particolare riguardo all’organizzazione della festa sociale in Settembre che ha avuto una notevole partecipazione. Si registra una sostanziale parità rispetto al 2015 delle spese di rappresentanza, così come gli oneri finanziari (spese bancarie e postali). Sempre nell’ottica della collaborazione con l’Università degli Studi di Verona si registra un contributo versato per finanziare un progetto sulle cellule staminali di 7.000,00 €.

Da questi numeri nasce la considerazione che la nostra associazione è economicamente solida, però è necessario più impegno da parte di tutti per mantenerla al livello finanziario attuale, sempre nell’ottica di migliorare i conti.

Il Tesoriere

Conati Giovanni