L’8 MARZO VISSUTO DALLE DONNE DEL GALM

La storia ci insegna che le donne da sempre lottano per la loro dignità e indipendenza, contro la discriminazione e per una effettiva parità di genere. Noi siamo ancora qui con tenacia e di sicuro con maggiore consapevolezza a discutere di alcune problematiche femminili che in questi ultimi anni stanno diventando sempre più drammatiche.

L’ 8 marzo, “Giornata Internazionale della Donna”, il Comune di S.Pietro di Morubio ha inaugurato la “Panchina Rossa”, aderendo ad un progetto che si sta estendendo ben oltre il territorio veronese, in tutta Italia, che consiste nel dipingere di rosso una panchina posta in suolo pubblico. Su di essa viene scritta una frase significativa, che rimarca in modo tangibile come e quanto sia carente/assente nella nostra società qualsiasi segnale di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne. Il Gruppo Donne del Galm è stato partecipe di questa inaugurazione anche con un proprio intervento, grazie al prodigarsi di Cristina N. e Maria T.

Alla cerimonia erano presenti le istituzioni pubbliche, e le scuole in particolare: le ragazze di queste ultime hanno manifestato con segnali forti, leggendo frasi scritte ad hoc per l’occasione mentre contemporaneamente posizionavano scarpe rosse formando un sentiero in direzione della panchina. Ai ragazzi invece il compito di elencare nomi di donne che hanno raggiunto grandi traguardi in diversi campi di rilievo, offrendo rametti di mimose alle presenti. È stata una testimonianza davvero significativa, validissima per la denuncia della drammatica realtà ricordata, al di fuori della solita retorica dell’otto marzo. Alla fine il parroco del paese ha benedetto tutte le donne e la panchina rossa.

Al Teatro Camploy, per onorare la diversità della donna, si è tenuto uno spettacolo musicale di teatro e danza organizzato dall’associazione culturale TrixTragos Ensamble Musikè, promosso dal Gruppo di sostegno DBA Italia Onlus, il cui ricavato andrà a finanziare una borsa di studio dal titolo “Camice Rosa” presso il reparto di Oncoematologia Pediatrica di Verona

Nel foyer anche una mostra fotografica intitolata “Diversamente Donna”, con scatti di Luca Bissoli e Stefano Bianchi: volti di donne straordinarie, alcune anche del Galm.

Infine, ci siamo trovati presso la nostra Sede, un bel gruppo di allegri festaioli, all’incontro conviviale organizzato da noi Donne del Galm, con l’intrattenimento del gruppo musicale de “Iquasigreen”, le voci di Barbara e del dott. Pietro Brunelli.

Non è mancato un momento di riflessione, per la giornata trascorsa e sull’ importanza di essere Associazione. Il presidente Aldo ha ringraziato tutti per la presenza e la vicepresidente Gabriella ha espresso belle parole sull’operato delle donne e il loro impegno anche tramite la Consulta. Maria T. e Cristina N. hanno raccontato della particolare esperienza vissuta con l’inaugurazione della ” panchina rossa” a San Pietro di Morubio. Non manchi un grazie a Rosa e Maria F.  per le squisite torte a tema, le ” torte mimosa”, a Luciana, Annalisa, e a tutti quanti hanno partecipato.

La Rassegna “OTTOMARZO Femminile plurale 2018” è terminata domenica 22 aprile presso la Bouvette della Gran Guardia, alle ore 12,30 con il pranzo finalizzato ad una raccolta fondi a favore delle donne vittime di violenza e maltrattamenti segnalate dagli appositi Servizi presenti sul territorio cittadino. L’intero evento è stato promosso dalla Consulta delle Associazioni Femminili in collaborazione con l’Assessorato e l’Ufficio delle Pari Opportunità del Comune di Verona, cui va il grande e sincero ringraziamento di noi DONNE GALM..

Annalisa, Barbara, Cristina, Gabriella, Maria, Marina