RELAZIONE DEL PRESIDENTE

ALL’ ASSEMBLEA ORDINARIA 9 APRILE 2016

image101

Ringraziando tutti per la presenza desidero illustrare le varie iniziative nelle quali la nostra associazione si è impegnata nel corso del 2015 a testimonianza della vitalità del GALM.

Prima di tutto ricordo che fin dal 2010 finanziamo con varie iniziative la ricerca per la cura della lesione al midollo spinale condotta presso il Laboratorio di farmacologia dell’Università di Verona diretto dal prof. Fumagalli. Lo scorso anno abbiamo donato 11.000 €, raggiungendo cosi un totale di 84.000 € nei sei anni. Direi che è un ottimo risultato. Per l’anno in corso, la ditta Addvalue, in occasione dei 20 anni della sua attività ci ha donato 7.000 €, che sommati ai 6.000 € accantonati con la lotteria 2015 fanno 13.000 €. Per questa bella somma abbiamo già comunicato al prof. Fumagalli la nostra disponibilità all’erogazione. Siamo in attesa di poterla fare dietro sua indicazione;
Il 12 febbraio 2015 si è tenuto un incontro sul tema “La persona con disabilità e la sessualità” relatore il dott. Mauro Menarini che ha trattato l’argomento “La riabilitazione sessuale della persona con lesione al midollo spinale”, cui è seguita la presentazione del libro “Disabiliamando“ di Daniele Furlan, persona tetraplegica di Treviso, che raccontato la sua esperienza personale.

8 Marzo. Femminile Plurale. – Il Gruppo Donne del G.A.L.M., ha organizzato uno spettacolo musicale al Teatro Camploy in collaborazione con gli artisti di Talent Eventi.

Organizzazione del convegno “La lesione al midollo spinale tra riabilitazione e ricerca”. – Si è tenuto il 18 aprile al Palazzo della Gran Guardia in collaborazione con il Lions Club Verona Cangrande. Ricordo la grande partecipazione di pubblico che ha seguito con interesse le relazioni del dott. Avesani e del prof. Fumagalli.

Partecipazione alla Giornata Nazionale della Persona con Lesione al Midollo Spinale. – È stata celebrata a Roma venerdì 10 aprile presso l’Auditorium del Ministero della Salute con il convegno sul tema “La sfida per l’inclusione. La presa in carico della persona con lesione al midollo spinale e la frontiera della ricerca scientifica”.

Partecipazione all’organizzazione della Wings for Life. – Grande marcia podistica che si è tenuta in contemporanea in 35 città nel mondo. Lo scopo di questa manifestazione è quella di raccogliere fondi per la ricerca sulla lesione al midollo spinale. L’edizione italiana si è tenuta il 3 maggio a Verona ed ha visto ancora una volta la nostra associazione in prima fila nei due giorni dell’evento;

Organizzazione di “Zero Barriere”. – Manifestazione di sensibilizzazione sul tema delle barriere architettoniche che si è tenuta a Bardolino 25 giugno 2015 in collaborazione con l’associazione “LiberaMente” di Niky Leonetti, che ha visto l’interessata partecipazione di molti giovani e Amministratori Comunali;

Problema dell’infertilità maschile. – Ho presenziato ad un incontro a Mirano dove è stata donata dall’associazione “La Colonna” all’Unità Spinale di Negrar una strumentazione che permette di affrontare questo problema. Oltre al sottoscritto erano presenti il dott. Menarini e l’allora Presidente del ‘Sacro Cuore’, Fratel Toninello;

Organizzazione della Festa di Fine Estate del G.A.L.M. – Lo scorso anno è stata dedicata ai festeggiamenti per il 10°anniversario della nascita del Gruppo Donne. La festa si è tenuta il 20 settembre ad Illasi, con bella partecipazione da parte di soci ed amici. Sono stati 10 anni molto intensi e credo anche molto fruttiferi per i risultati ottenuti. Il Gruppo Donne del GALM è uno dei pochissimi esempi in Italia di come le donne con disabilità possono partecipare alla crescita della nostra società, impegnato nel promuovere il riconoscimento dei diritti che la Costituzione garantisce, in particolare alle persone con disabilità. Un grande grazie alle nostre donne sempre attive nel proporre nuove iniziative;

Adesione del G.A.L.M. alla Festa del volontariato veronese del 27 settembre. – Organizzata dal Centro di Servizio in Piazza Bra, dove eravamo presenti col nostro gazebo;

Problema delle Barriere Architettoniche. – Nel corso dell’anno si è rafforzata la collaborazione con la FISH, con la quale abbiamo fatto parecchi incontri a Padova, Vicenza e Verona, sempre per questo specifico problema. In novembre abbiamo appunto sottoscritto assieme una lettera ai sindaci di tutti i comuni veronesi per chiedere l’adozione dei PEBA (Piani per l’eliminazione delle Barriere Architettoniche ) nonchè di poter intervenire in occasione delle riunioni delle tre conferenze dei sindaci del Veronese, proponendo un ulteriore tangibile segno in collaborazione con l’ATV per l’istituzione di una fermata accessibile in tutti i comuni;

Incontro in Unità Spinale con i pazienti ricoverati e con i soci del GALM. – Il 26 novembre c’è stata la presentazione e prova della MOUNTAINTRIKE, cioè quella speciale carrozzina che consente di muoversi perfettamente su terreno accidentato, e la promozione del FREERIDE SKI TOUR 2015-16, come avvenuto anche negli scorsi anni;

Celebrazione della Giornata Internazionale per i diritti delle persone con disabilità. – Il 3 dicembre alla Gran Guardia abbiamo organizzato, in collaborazione con le altre associazioni rappresentative del mondo della disabilità e con la Consulta Comunale, un convegno sul tema “Il diritto alla salute della persona con disabilità”. È stato veramente un successo, vista l’alta partecipazione di pubblico. Ne è conseguito un documento, consegnato a tutte le strutture sanitarie della nostra provincia, nel quale si chiede loro di adeguarsi in modo da rispondere correttamente ai bisogni sanitari delle persone con disabilità, di qualsiasi natura esse siano;

Auguri di Fine Anno in Unità Spinale a Negrar. – Com’è consuetudine anche lo scorso anno, e precisamente il 20 dicembre, siamo andati in Unità Spinale per lo scambio degli auguri natalizi con i pazienti ricoverati e con il personale del reparto. A questo proposito ricordo che nel 2015 in provincia di Verona ci sono stati 21 nuovi casi di lesioni al midollo spinali che hanno riguardato 15 uomini e 6 donne. Di questi 11 dovuti a traumi e 10 per altri motivi;

Non dimentichiamo poi gli incontri presso la nostra sede. – in occasione del Natale e della Pasqua, tutti organizzati da Renzo Benedetti, nostro socio onorario e prezioso collaboratore.

Ed ora qualche notizia di quello che stiamo facendo.

Nuova sede Galm. – L’architetto Solfa, genero della nostra cara Vanna, dopo una prima bozza di progetto ne ha rielaborato un secondo prevedendo un ampliamento rispetto le attuali dimensioni di circa 100mq. Inoltre ha steso un preventivo dettagliato, risultato circa di 420.000€ + iva. Le nostre attuali forze non ci permettono di realizzare l’opera in quanto disponiamo di circa 100.000 €, un contributo di 40.000€ della Fondazione Cariverona e di una promessa di altri 100.000 €, garantiti dal Comune di San Giovanni Lupatoto. Attualmente però il Comune è commissariato quindi non abbiamo un interlocutore con cui confrontarci, non ci resta altro che aspettare le prossime elezioni. In direttivo avevamo anche valutato di prevedere altre locazioni per la sede, ma ha poi prevalso l’idea restare qui a Pozzo.

Presenza in Unità Spinale. – Dopo la concessione di uno spazio al 1° piano dell’ospedale Don Calabria da luglio 2015, ho preso l’impegno di essere presente settimanalmente in unità, ciò per far sentire il valido sostegno dell’Associazione alle persone ricoverate durante il loro percorso riabilitativo.
Questo mio nuovo impegno permette di avvicinare al GALM coloro che da poco hanno subito una lesione midollare. È sempre assicurata la presenza in U.S. di Franco Crosara, che continua inoltre nel suo servizio di visita alle abitazioni dei pazienti per valutare problemi di accessibilità in modo da garantire un rientro in sicurezza a casa dopo la degenza riabilitativa.
Cerchiamo poi di essere attenti nelle iniziative per le persone ricoverate in US. Ricordo il 10 luglio l’uscita al sentiero Michele Dusi a Ferrara di Monte Baldo, la prova dimostrativa di tennistavolo presso il Masprone a Verona, dove si allenano i nostri atleti pongisti del Tennistavolo Verona Galm.

Coinvolgimento giovani. – Ritengo importante la presenza di nuovi soci, soprattutto giovani, nella nostra associazione, per formulare nuove proposte ed un ricambio generazionale nel Galm.
A tal proposito il 14 marzo scorso in occasione dell’evento per la promozione della ricerca sulle cellule staminali presso l’Università di Verona, ho coinvolto per una testimonianza i nostri soci Carlotta Damiani e Andrea Arbetti, che hanno catturato l’attenzione degli studenti delle superiori presenti.
Infine, ricordo che venerdi 1 aprile sono stato invitato dalla prof.ssa Tortella, moglie del prof. Fumagalli, a Padova, per partecipare ad una sessione del corso formativo per insegnanti di sostegno del Veneto, mentre venerdi 8 aprile, in un’altra sessione a Venezia, ho voluto coinvolgere ancora Andrea Arbetti stimolando l’interesse e l’attenzione dei partecipanti al corso.

Aldo Orlandi


RELAZIONE TESORIERE AL BILANCIO G.A.L.M. 2015

image102L’anno 2015 per il G.A.L.M. è stato un anno di sostanziale conferma dei risultati degli anni precedenti. Abbiamo chiuso i conti con un saldo attivo complessivo di 88.578,10€.
Come evidenziato dai numeri alle voci contributi da CSV-Regione e Contributi da altri Enti pubblici abbiamo avuto come previsto un assestamento rispetto al 2014, infatti siamo passati da 600.00€ a 660,00€. La caduta si è fermata dunque, ma la ripresa dei finanziamenti da parte degli enti pubblici non è ancora in essere.
Si sono rilevate leggermente in calo le entrate per il finanziamento della rivista “l’Informatore” sia da parte dei  lettori sia da parte delle ditte che si sono impegnate economicamente a sostenerlo. Il decremento è di circa 750,00€.
Si segnala l’aumento del gettito del 5 per mille con un incremento rispetto al 2014 di 420,00€. Ciò conferma le potenzialità di questo tipo di finanziamento. Si sottolinea inoltre che questo introito, visti i cali dei contributi da enti pubblici, è rimasto l’unica fonte sicura di finanziamento della nostra associazione. Invito tutte le persone presenti a diffondere con maggior partecipazione presso i propri conoscenti la possibilità di finanziare il G.A.L.M. attraverso questo istituto. Ricordo che non costa nulla ai contribuenti, ma per noi è un gesto molto significativo. Si sottolinea la partecipazione del gruppo anziani alle spese di gestione della nostra sede con 3.760,00€. Sempre riguardo alle entrate é confermato il notevole valore della raccolta fondi per la ricerca che per l’anno appena trascorso ha raggiunto la cifra di 19.312,00€, dovute in parte alla lotteria che si è conclusa il 15 Gennaio scorso con successo e sopratutto ai contributi destinati da terzi a questo scopo. Questo significa che anche per il 2015 si è raggiunto l’obiettivo di finanziare ancora l’Università di Verona per il progetto di ricerca sulle cellule staminali.
Come si vede dai numeri in totale le entrate sono in linea rispetto al 2014 con un lieve incremento di circa 1.193,00€, cioé in linea con quanto atteso nella previsione delle entrate.
Per quanto concerne le uscite, sono a segnalare che quelle di gestione ordinaria per la sede sono aumentate in modo sensibile, circa 2.000,00€, dovute principalmente al fatto che abbiamo speso per la progettazione della nuova sede, nodo da sciogliere nel prossimo futuro. Leggermente in aumento, 600,00€ circa, le utenze (energia elettrica, gas, acqua, ecc.).
Le spese concernenti il Servizio Consulenza Paraplegici sono in diminuzione di circa 6.000,00€ ( 600,00€ in meno di telefono, 1.395,00€ in meno di cancelleria), e ulteriori 4.000,00€ dovute al decremento dei rimborsi ai nostri volontari . Dati da valutare positivamente in quanto segnalano il costante impegno nel ridurre i costi della nostra associazione.
Rimangono stabili i costi per la stampa e la spedizione de “L’informatore”, attestati intorno a 5.000,00€, così come i costi assicurativi. Infine, segnaliamo un calo -rispetto al 2014- delle spese di rappresentanza, di circa 200,00€ così come degli oneri finanziari (spese bancarie e postali).
Da questi numeri nasce la considerazione che la nostra associazione è economicamente solida, però è necessario più impegno da parte di tutti per mantenerla al livello finanziario attuale, e sempre con l’ottica di poter migliorare i conti.

Il Tesoriere Conati Giovanni


Bilancio Galm