RELAZIONE DEL TESORIERE AL BILANCIO G.A.L.M. 2017

L’anno 2017 per il G.A.L.M. è stato un anno di moderata crescita rispetto ai risultati degli anni precedenti. Abbiamo chiuso i conti al 31/12/2017 con un saldo attivo di € 58.096,76 nel c/c bancario, di € 68.208,68 per la polizza titoli, di € 1.952,10 nel c/corrente postale, e un residuo di cassa di € 242,89: con l’evidenza di una disponibilità di cassa di € 128.500,43.

Dalle voci contributi da CSV-  Regione e contributi da altri Enti siamo ancora fermi a quota ZERO. La caduta è verticale, e confermata, rispetto al 2016: al momento non vi sono avvisaglie di ripresa di questi finanziamenti da parte degli Enti pubblici. Si sono rivelate leggermente in rialzo le entrate che supportano la nostra pubblicazione, ” L’Informatore”, sia da parte dei lettori sia da parte delle ditte che si sono impegnate economicamente a sostenerlo. L’incremento è di circa 1.300,00 €.

Segnalo il calo del gettito del 5 per mille, con  un decremento rispetto al 2016 di ben 4.100,00 €.  Ritengo che il calo in parte sia dovuto alla crisi economica in parte alla concorrenza esercitata da moltissime altre associazioni come la nostra. Comunque visto l’azzeramento dei contributi da Enti pubblici, questa è rimasta l’unica fonte sicura di finanziamento della nostra Associazione. Per tale motivo invito tutte le persone presenti a continuare l’opera di persuasione con i propri conoscenti. L’istituto del 5 per mille è fondamentale nell’ottica di reperire risorse per le nostre attività. Ricordo che non costa nulla ai contribuenti, ma per noi è un introito davvero significativo.

Purtroppo sono azzerate anche le entrate per manifestazioni ludico-sociali legate per lo più alle nostre ricorrenze (festa di Pasqua e Natale, festa sociale). Siamo riusciti solo a coprire i loro costi, in assenza di un ritorno economico per l’associazione.  Ci fa molto piacere invece ricordare la partecipazione del gruppo anziani alle spese di gestione della nostra sede con 3.801,00 €. Sempre riguardo alle entrate si conferma il valore della raccolta fondi per la ricerca che per l’anno appena trascorso ha raggiunto la cifra di 12.400,00 €, dovuta in gran parte ai contributi di privati e all’organizzazione della manifestazione in Gran Guardia di “Una voce per la Ricerca”. Ecco che anche per il 2017 si è raggiunto l’obiettivo della quota stabilita per il finanziamento all’Università degli Studi di Verona, per il progetto di ricerca sulle cellule staminali: si registra un contributo versato di 16.283,00€.

Come si vede dai numeri, in totale le entrate sono in progresso rispetto al 2016 con un incremento di circa 1.300,00 €, risultato in linea con quanto atteso nella previsione. Il direttivo vista la disponibilità di liquidi ha deciso di investirne una parte in titoli sicuri per conseguire un piccolo ma significativo guadagno in interessi.

Passando alle uscite, sono a segnalare che quelle di gestione ordinaria della sede sono praticamente azzerate stante tutte le migliorie fatte negli esercizi precedenti. Sostanzialmente in parità le utenze (energia elettrica, gas, acqua, ecc.), fatto salvo un gradito risparmio per quanto concerne le spese telefoniche, nell’ordine dei 350,00 € circa.

Le spese concernenti il Servizio Consulenza Paraplegici sono in salita di circa 2.500,00 €, come pure sono salite le spese di cancelleria a causa della stampa del libro edito in occasione dei 40 anni del Galm, e le spese di rappresentanza e gli oneri finanziari (spese bancarie e postali). Le spese per i rimborsi dei nostri volontari sono uguali a quelle del 2016, e rispetto allo stesso anno sono stabili anche i costi per la stampa e la spedizione de “L’Informatore”, che si attestano a circa 5.000,00 €. Sono in aumento di circa 500€ i costi assicurativi per la revisione delle polizze in essere con aumento dei massimali e polizza kasko. Aumentate tutte le spese riguardanti l’organizzazione di eventi e nuove iniziative per promuovere la nostra Associazione, con particolare riguardo alla festa sociale in Settembre che ha avuto una notevole partecipazione. Tale incremento manifesta con i numeri quantità e qualità delle iniziative che sono state messe in campo nel 2017.

Da tutto quanto sopra evidenziato nasce la considerazione che la nostra Associazione è economicamente solida, però è necessario più impegno da parte di tutti per mantenerla al livello finanziario attuale, il proposito deve essere sempre quello di migliorarne i conti.

Il Tesoriere Conati Giovanni


                   G.A.L.M. BILANCIO CONSUNTIVO ANNO 2017